Enorme sito del Regno di Giuda scoperto a Gerusalemme

Una delle più grandi raccolte di tracce di foche nel Regno di Giuda è stata portata alla luce in un imponente complesso di raccolta e stoccaggio delle tasse pubbliche del Primo Tempio, essere scavato vicino alla nuova ambasciata degli Stati Uniti a Gerusalemme. La struttura principale dell'età del ferro è eccezionale sia per dimensioni che per stile architettonico.

Scoperto a soli tre chilometri dalla Città Vecchia, gli archeologi dell'Autorità israeliana per le antichità ritengono che il complesso sia servito da centro amministrativo durante i regni dei re giudaici Ezechia e Menashe (8 ° secolo a metà del 7 ° secolo). Dondolo aC).

Secondo un comunicato stampa di oltre 120 manici per barattoli stampati 2.700 anni con impressioni di francobolli nell'antica scrittura ebraica, l'uso del sito come deposito e centro fiscale è stato chiaramente scoperto. Tra le iscrizioni stampate, troviamo in particolare “LMLK”, “LaMeLeKh” o “Appartenente al re”, un modo per indicare che il cibo immagazzinato nei barattoli era stato intitolato a beneficio del sovrano della Giudea.

Questo tesoro di tracce di francobolli “LMLK” unisce il più di 2,000 Sigilli simili precedentemente rinvenuti negli scavi e consentono agli archeologi di ripensare i sistemi amministrativi e di riscossione delle imposte del Regno di Giuda.

Questa è una delle scoperte più importanti del periodo dei re a Gerusalemme negli ultimi anni. Nel sito hanno scavato, vi sono indicazioni che l'attività del governo ha gestito e distribuito le forniture alimentari non solo in periodi di scarsità, ha anche gestito avanzi agricoli che accumulano beni e ricchezza.

L'antica impronta ebraica del sigillo reale ebraico a due ali “LMLK” – “Appartiene al re” – che si trova nel complesso amministrativo di 2.700 anni nel distretto di Arnona di Gerusalemme. Secondo gli archeologi, il gran numero di tracce di foche qui e nel vicino kibbutz Ramat Rachel mostra che gran parte dell'amministrazione governativa del Regno di Giuda è stata svolta fuori dalla città di David durante almeno gli ultimi secoli della monarchia.

Gli scavi di salvataggio in corso nel quartiere di Arnona a Gerusalemme vengono effettuati dall'autorità antichita israeliana, finanziato dall'Israel Land Authority e amministrato dalla Moriah Jerusalem Development Corporation prima della costruzione di un nuovo progetto di costruzione.

L'archeologo del distretto AIA di Gerusalemme, Dr. Yuval Baruch, Ha detto che le agenzie stanno lavorando insieme per preservare il sito come parte del piano per il nuovo progetto che è in linea con il trend di sostenibilità AIA del patrimonio locale..

I reperti archeologici di Arnona identificano il sito come un sito chiave, il più significativo nella storia degli ultimi giorni del Regno di Giuda e il ritorno a Sion decenni dopo la distruzione del Regno. Questo sito si unisce a molti altri siti chiave trovati nell'area di Gerusalemme che erano collegati al sistema amministrativo centralizzato del Regno di Giuda dal suo massimo splendore alla sua distruzione.