Israele ha una strategia per essere il paese con il più alto tasso di vaccinazioni contro il covid-19 nel mondo

Finora Israele ha vaccinato più di 1 un milione di persone, Pertanto, è stata considerata la campagna di immunizzazione più efficiente al mondo per contenere la diffusione della SARS-Cov 2. Questa nazione mediorientale, con una popolazione che si avvicina 9 milioni di persone, ha registrato un tasso di 11,55 dose per ciascuno 100 popolazione.

Sono guidati dal passo del Bahrain con 3,49 e il Regno Unito con 1,47, secondo le informazioni fornite dal sito Our World in Data, che è una partnership tra l'Università di Oxford e un ente di beneficenza educativo con sede nel Regno Unito.

Se paragonato alla Francia, Mi ero solo vaccinato 138 persone in totale fino a 30 da dicembre. Considerando questo almeno 1.800.000 persone sono già morte a causa del virus in tutto il mondo.

La prima dose

I dati comparativi in ​​relazione all'immunizzazione sono compilati da Our World in Data, chi è incaricato di registrare il numero di persone che hanno ricevuto una prima dose del vaccino contro il coronavirus.

La maggior parte dei vaccini che sono stati approvati finora si basano su due dosi., che vengono somministrati a più di una settimana di distanza. Nel caso degli Stati Uniti, questo non ha raggiunto il suo obiettivo, che era quello di vaccinare 20 milioni di persone entro la fine del 2020, e da solo 2.780.000 hanno ricevuto l'immunizzazione fino al 30 da dicembre.

Anthony Fauci, che è il principale esperto di malattie infettive negli Stati Uniti e il capo epidemiologo della Casa Bianca, ha indicato di non essere d'accordo con i piani del Regno Unito di somministrare la prima dose di vaccino a quante più persone possibile, ritardando le seconde dosi. Prima di cio, ha detto che il suo paese non adotterà una strategia simile.

Fine dicembre, alcuni paesi dell'America Latina hanno iniziato i loro giorni di vaccinazione, tra loro: Argentina, Messico, Cile e Costa Rica. Mentre, L'India ha approvato due vaccini per uso di emergenza: il vaccino Oxford-AstraZeneca e il vaccino Covaxin, che sono stati sviluppati localmente da Bharat Biotech e dallo stato Indian Council of Medical Research.

Ci sono altri due vaccini che sono ancora in attesa di approvazione. Nel frattempo, il paese si è posto l'obiettivo della vaccinazione 300 milioni di persone entro la metà dell'anno e sta conducendo esercitazioni per prepararsi alla distribuzione di massa

Il progresso di Israele

I giorni di Israele iniziarono 19 Dicembre e furono fatte le iniezioni 150.000 persone al giorno, dando la priorità a quelli sopra 60 anni, operatori del sistema sanitario e persone con quadri clinici di vulnerabilità.

Per questo, la nazione si è assicurata la fornitura del vaccino sviluppato da Pfizer-BioNTech, dopo aver avviato i negoziati all'inizio della pandemia. Le persone con accesso prioritario al vaccino sono state contattate tramite il loro sistema sanitario. Per legge, tutti gli israeliani devono registrarsi presso un operatore sanitario riconosciuto.