Israele una tradizione, una città e uno stile di vita

Gli israeliani hanno sempre preso molto sul serio la loro cultura, dove le sue caratteristiche storiche riguardanti lo sviluppo del paese possono essere chiaramente riflesse nello stile di vita della popolazione locale. Le festività in Israele si basano sul calendario lunare.

Quindi viene utilizzato per calcolare le date di celebrazione di anniversari di eventi memorabili e anche per svolgere celebrazioni religiose. In quei giorni, e anche nei fine settimana, le istituzioni gestite dallo Stato non funzionano.

Per quanto riguarda le vacanze speciali, viene effettuata una fermata del sistema di trasporto pubblico. Il fine settimana tradizionale nel paese è il pomeriggio del venerdì e del sabato. È importante notare che tutti i festeggiamenti iniziano la notte prima del giorno significativo e terminano al tramonto..

Tra le tradizioni più riconosciute del popolo israeliano c'è il cibo kosher. La ley "Kashrut", si occupa di fissare le regole per il consumo alimentare, con cui è vietato l'uso contemporaneo di carne, latte, Maiale, alcune varietà di pesce e crostacei. Definisce anche il modo tradizionale di preparare i piatti di carne.

È importante tenere presente che è necessario osservare regole rigorose, e non solo nel processo di mangiare, ma anche quando si visitano luoghi sacri. In tal senso, uomini e donne dovrebbero vestirsi nel modo più decente possibile. È anche necessario coprire la testa. Se visiti una sinagoga, stanze diverse sono assegnate a sessi diversi. All'ingresso della moschea le scarpe devono essere rimosse. La mancata osservanza delle regole può comportare l'espulsione dall'istituzione religiosa.

Dobbiamo sapere che tutti i matrimoni in Israele sono conformi ai riti religiosi. Nel caso in cui uno degli sposi sia un goy’ (non ebreo), l'unione deve essere conclusa in un altro paese. Uno dei luoghi più popolari per la conclusione di matrimoni interetnici è Cipro.

Se è impossibile fare il viaggio in un altro paese, il coniuge non ebreo deve assumere l'ebraismo. Per gli ebrei, il giorno del matrimonio è sacro, per o quale sposa e sposo dovrebbero digiunare e pentirsi nelle loro preghiere. Nel mezzo del processo di rito, la coppia è posta sotto un grande mantello chiamato 'Chuppah’ dove la sposa circonda lo sposo circa sette volte, per essere poi benedetto dal rabbino.

Riguardo alle tradizioni funebri di Israele, Questi sono molto interessanti perché gli israeliani si distinguono per il loro atteggiamento non banale nei confronti della morte, in modo che la morte di una persona cara non sia percepita come una perdita, ma come un evento ordinario. Anche se questo atteggiamento non viene adottato nei casi in cui la morte è stata innaturale o improvvisa.

Di fronte alla morte imminente, tutti i membri della famiglia si riuniscono intorno al letto di quella persona morente, con cui va notato che in Israele, è vietato incenerire i corpi dei morti. I preparativi per i funerali sono fatti in fretta poiché il defunto deve essere sepolto all'interno del 24 ore dopo il momento della sua morte.

Mentre la salma viene depositata all'obitorio, uno dei parenti deve rimanere con il cadavere. I morti sono vestiti con vesti bianche che simboleggiano l'uguaglianza prima della morte di persone con bilanci diversi. In Israele, agli estranei non è consentito offrire condoglianze. I parenti dei morti devono piangere in silenzio perché si ritiene che le parole non siano sufficienti per esprimere la tristezza.